Estinzione Anticipata Prestito Poste Italiane 2022: calcolo parziale e totale

Per il Prestito BancoPosta di Poste Italiane è possibile richiedere il calcolo dell’estinzione anticipata (totale o parziale) e capire, così, quanto dobbiamo ancora restituire all’istituto prima di azzerare il debito. Vedremo, inoltre, come si fa per estinguere il prestito nel minor tempo possibile, l’IBAN per il bonifico da inviare e tutte le accortezze necessarie.

In ogni momento, un utente che ha ricevuto un finanziamento dalle Poste ha il diritto di richiederne l’estinzione anticipata, versando eventualmente una penale ma risparmiando sugli interessi residui. Andremo anche a capire quando conviene estinguerlo e quando, invece, siamo al punto in cui è conveniente attendere la fine del prestito.

Come estinguere anticipatamente (in modo parziale o totale) i Prestiti BancoPosta?

Tutti i prestiti di Poste Italiane, ovvero i finanziamenti della linea BancoPosta (della quale fanno parte il Mini Prestito BancoPosta, Prestito BancoPosta Online, Prestito BancoPosta Ristrutturazione e molti altri) prevedono la possibilità di estinzione anticipata da parte del cliente che ha deciso di azzerare il proprio debito.

Le motivazioni che possono spingere un utente all’estinzione parziale o totale del finanziamento con Poste Italiane sono diverse, ossia una o più tra quelle elencate di seguito:

  • Disponibilità di denaro non prevista al momento della richiesta di prestito;
  • Tassi di interesse elevati, sui quali si vuole cercare di risparmiare per scegliere un altro finanziamento;
  • Voglia di togliersi da torno il prestito una volta per tutte (estinzione totale);
  • Rinuncia a parte del patrimonio accumulato per pagare meno interessi tagliando il debito (estinzione parziale).

Dunque, dopo aver visto le ragioni che possono spingerci verso Poste Italiane per la richiesta di estinzione anticipata parziale o totale del prestito, vediamo come fare:

  1. Attendere almeno 14 giorni dalla richiesta di prestito (prima avrete la possibilità di recedere semplicemente dal contratto, senza passare per l’estinzione);
  2. Calcolare il debito rimasto tramite la guida che trovate nel prossimo paragrafo;
  3. Verificare di avere, sul proprio Conto BancoPosta, i fondi liquidi necessari per l’estinzione parziale o totale;
  4. Contattare telefonicamente Poste Italiane (i contatti li troverete in fondo all’articolo) o rivolgersi presso un ufficio postale per richiedere l’estinzione del prestito in via ufficiale.

Se vi state chiedendo quale sia il codice IBAN per il versamento dell’importo, vi consigliamo di evitare riferimenti online e rivolgervi solo ed esclusivamente a Poste Italiane al momento di procedere con l’estinzione.

Calcolo estinzione anticipata del Prestito Poste Italiane 2022: come fare

Calcolare l’estinzione anticipata del prestito BancoPosta è molto semplice, ma allo stesso tempo è bene procedere con attenzione al fine di non ritrovarsi a fare i conti con altri importi.

Sono tre i dati di cui tenere conto:

  1. L’importo rimanente (potrete vederlo nel resoconto inviatovi da Poste Italiane in occasione dell’ultima rata del prestito versata);
  2. Le penali eventualmente previste (dato da richiedere in ufficio postale o contattando Poste Italiane telefonicamente o via PEC);
  3. Eventuali oneri di sistema come spese di istruttoria, imposta di bollo e commissioni postali (anche questo dato vi consigliamo di richiederlo alle poste).

Non fatevi impensierire dalle penali da pagare: prima di tutto perché, prendendo d’esempio il caso del Mini Prestito Poste Italiane, non sono previste in alcuna misura. Per i gli altri prestiti BancoPosta potrete chiedere informazioni presso l’ufficio postale, ma sappiate che la legge attualmente vigente in Italia impone che la penale per l’estinzione anticipata del prestito non possa superare l’1% dell’importo che si va ad estinguere. Questo vale sia per estinzioni parziali che totali.

Cessione del Quinto Poste Italiane 2022: come funziona l’estinzione anticipata

La cessione del quinto non è un comune prestito. Essa, infatti, si differenzia dagli altri tipi di finanziamento per il semplice fatto che le rate, anziché essere versate dal cliente, vengono automaticamente prelevate dalla busta paga. “Del quinto” sta a significare che l’importo prelevato ogni mese non può superare 1/5 dello stipendio o della pensione.

La cessione del quinto di Poste Italiane, tuttavia, può essere trattata come un semplice prestito se si parla dell’estinzione anticipata. Le procedure da fare sono infatti le stesse descritte per i prestiti, ad eccezione che si dovrà prestare attenzione su quando la si richiede, calcolando che i tempi di concessione non sono immediati e che perciò, tra il momento della richiesta e la concessione, vi potreste trovare a versare una rata del prestito. Niente paura però, perché ovviamente la rata versata verrà sottratta dal conteggio che vi comunicherà Poste Italiane.

Contatti Poste Italiane per estinzione anticipata del prestito BancoPosta 2022

Per completare la richiesta di estinzione anticipata del prestito Poste Italiane manca solo uno step: quali sono i contatti dell’istituto finanziario per chiedere un calcolo e procedere con l’estinzione parziale o totale.

  1. In primis, il punto di riferimento è l’ufficio postale, uno tra i tanti sparsi in tutta Italia, dove potrete richiedere (nella maggior parte dei casi anche senza appuntamento) un calcolo o procedere con l’estinzione;
  2. Chiamando il numero verde gratuito di Poste Italiane per l’assistenza clienti BancoPosta e PostePay: 800 003 322 (attivo dal lunedì al sabato dalle ore 8:00 alle ore 20:00);
  3. Chiedendo informazioni via PEC (Posta Elettronica Certificata) all’indirizzo poste@pec.posteitaliane.it che già da diversi anni ha la stessa valenza dell’invio di una raccomandata.

Lascia un commento