Documenti Necessari Prestito Compass 2021: requisiti per avere un finanziamento veloce

I requisiti per ottenere un finanziamento Compass nel 2021 sono pochi ma necessari: in un settore delicato come quello dei prestiti personali, presentare tutti i documenti indispensabili è pressoché d’obbligo, perché le regole sono ferree e non personalizzabili visto che in gioco c’è il riconoscimento anagrafico dell’utente che richiede il prestito e la valutazione delle garanzie che egli presenta dal punto di vista lavorativo o pensionistico, così da offrire a Compass la certezza che il finanziamento verrà correttamente rimborsato nei tempi e nelle modalità previste secondo il contratto.

In questa guida vedremo, dunque, quali sono i documenti necessari da presentare a Compass procedendo prima con la richiesta di preventivo e poi con la vera e propria richiesta di prestito online o in filiale, per far sì che il finanziamento venga regolarmente accettato in tempi veloci, senza intoppi burocratici e senza alcun rifiuto.

Documenti necessari per ottenere un Prestito Compass nel 2021: quali sono?

Senza troppe premesse, vediamo subito quali sono i documenti necessari da presentare a Compass per ricevere un prestito personale veloce:

  • Carta d’identità, passaporto o altro documento di riconoscimento;
  • Codice fiscale o tessera sanitaria;
  • Documento di reddito (busta paga, dichiarazione dei redditi o pensione) personale o di un garante.

Come avete visto, con soli tre documenti indispensabili potrete procedere con la richiesta dei prestiti personali Compass senza alcuna problematica. Attenzione, però: tutti e tre i documenti appena citati sono assolutamente necessari, perciò anche solo senza un documento di essi non sarà possibile in alcun modo richiedere il prestito Compass.

Dopo avervi parlato dei documenti, passiamo ora, più nel dettaglio, ai requisiti che fondamentalmente dovrà possedere l’utente intenzionato a richiedere un finanziamento presso una delle filiali Compass.

Requisiti fondamentali per avere i prestiti personali Compass

Va chiarito che non tutte le persone possono richiedere un prestito Compass, sebbene siano in possesso dei documenti necessari riportati sopra. Ciò avviene perché, come ogni altra finanziaria, Compass presenta dei requisiti collegati ai limiti d’età e al luogo di residenza.

Sebbene i prestiti Compass siano richiedibili sia da cittadini italiani che da cittadini stranieri, è obbligatorio che il richiedente sia residente in Italia.

Altro requisito fondamentale è quello dell’età: possono richiedere un finanziamento Compass soltanto coloro che hanno un’età compresa tra i 18 anni e i 75 anni.

Per il resto, Compass non presenta alcun vincolo verso chi vuole richiedere un finanziamento: sia che egli sia pensionato, dipendente pubblico-statale, dipendente presso un’azienda privata, lavoratore autonomo in possesso di regolare dichiarazione dei redditi, ecc.

Prestito Compass con cessione del quinto: requisiti e documenti necessari

Passiamo ora alla cessione del quinto Compass, i cui documenti necessari (e relativi requisiti) sono leggermente diversi rispetto a quanto detto per i prestiti personali.

Possono richiedere la cessione del quinto Compass i seguenti profili:

  • Pensionati;
  • Dipendenti pubblici;
  • Dipendenti privati.

I requisiti per i pensionati intenzionati a richiedere un prestito Compass con cessione del quinto vedono un innalzamento dell’età rispetto ai normali prestiti personali: l’età massima è di 79 anni anziché 75 anni, gli importi vengono innalzati fino a 75 mila euro (con rimborso fino a 120 rate, ovvero 10 anni) e l’importo di ogni rata non sarà mai superiore ad un quinto (20%) dell’importo pensionistico mensile.

Passiamo ai requisiti per i dipendenti pubblici, che possono richiedere con Compass la cessione del quinto con addebito diretto in busta paga, per importi fino a 75.000 euro e durata massima decennale. Inoltre, con l’opzione di delegazione del pagamento la rata potrà essere superiore ad un quinto dello stipendio, arrivando fino al 40%.

Infine, i dipendenti privati che intendono richiedere la cessione del quinto Compass dovranno essere in possesso degli stessi requisiti citati per i dipendenti pubblici, con le stesse opportunità di delegazione del pagamento e rata decennale fino a 75 mila euro.

E’ possibile richiedere un prestito Compass senza busta paga o documento di reddito analogo?

Come abbiamo visto, tra i documenti necessari per poter richiedere con successo un qualsiasi prestito Compass c’è la busta paga, la pensione o la dichiarazione dei redditi (nel caso in cui l’utente sia un lavoratore autonomo) e non viene mai citato il caso in cui l’utente sia disoccupato, inoccupato e comunque senza busta paga.

Si sa, ottenere un prestito senza busta paga è sempre un’impresa più o meno proibitiva, ma Compass è apertamente disponibile a concedere agli utenti anche i prestiti personali senza busta paga. Questa notizia non è assolutamente un miraggio, in quanto tra le domande frequenti sul sito Compass.it viene esplicitamente chiarito che qualora il richiedente non sia in possesso di una busta paga, sarà richiesto un garante.

Di conseguenza, qualora siate sprovvisti di busta paga, dichiarazione dei redditi o pensione, tra i documenti necessari si andrà a togliere il documento di reddito e inserire la figura del garante.

Quali requisiti dovrà presentare il garante di un prestito Compass senza busta paga? Innanzitutto, egli dovrà presentare, come voi, il proprio documento d’identità e codice fiscale. Inoltre, dal momento che al posto vostro presenterà il proprio documento di reddito per garantire il corretto rimborso del prestito, egli dovrà apporre una firma prendendosi l’impegno di rimborsare il prestito al posto vostro, qualora non siate più in grado di procedere con il versamento delle rate. Come vedete il compito del garante è molto delicato: è per questo che per svolgerlo vengono spesso scelti parenti o amici stretti, che presentino piena fiducia in voi.

Un commento

Doreta Siddi Giugno 9, 2020 Rispondi

salve, richiesta di prestito personale senza busta paga ma con garante con busta paga

Lascia un commento