Prestito Casalinghe Compass 2022: requisiti e tassi dei prestiti personali

Con Compass è possibile avere un prestito per casalinghe in tempi rapidi, contando sul supporto di una delle migliori finanziarie in Italia specializzata nel settore dei prestiti personali e dei finanziamenti. Andremo dunque a scoprire i requisiti e i documenti necessari che devono possedere le casalinghe per ottenere immediatamente un prestito Compass nel 2022, i tempi previsti, le soluzioni più vantaggiose anche per chi si ritrova senza una busta paga su cui contare e i tassi di interesse in vigore, oltre alla guida su come ottenere un preventivo di prestito gratuito.

Prestiti Casalinghe Compass 2022: requisiti e documenti necessari per ottenerli

Accade spesso che una casalinga riscontri problemi in fase di richiesta di un prestito personale. Questo avviene per via della garanzia reddituale che finanziarie come Compass richiedono agli utenti nel momento della richiesta del prestito. In Italia, infatti, sono ancora oggi molte, nel 2022, le casalinghe che si occupano a tempo pieno della casa e dei figli: un vero e proprio lavoro che, tuttavia, non garantisce una busta paga né una pensione, come avviene invece per coloro che possono contare su un contratto di lavoro a tempo indeterminato o determinato. Al contrario, le casalinghe “part-time” che oltre a prendersi cura della casa hanno anche un posto di lavoro fisso, non avranno certo problemi per vedersi accordare un prestito Compass. Come vedremo di seguito, tuttavia, le chance di ottenere finanziamenti ci sono anche per le cosiddette casalinghe senza busta paga.

I requisiti per ottenere un prestito Compass per casalinghe sono:

  • Essere in possesso di busta paga, pensione o garante del prestito;
  • Presentare un documento personale in corso di validità e il codice fiscale del richiedente;
  • Essere residente in Italia;
  • Avere un’età compresa tra i 18 e i 70 anni.

Qualora vi rechiate in filiale per avere informazioni sul vostro prestito Compass, la casalinga richiedente (ed eventualmente il garante) dovrà portare con sé il proprio documento d’identità (carta d’identità, patente di guida o passaporto), codice fiscale, codice IBAN del proprio conto corrente bancario e i dati relativi alla busta paga (o dichiarazione dei redditi) oppure al trattamento pensionistico (ultimo cedolino della pensione percepita), così da agevolare le pratiche e far partire sin da subito la richiesta di prestito personale.

Prestito per Casalinghe Compass con Garante: come funziona senza busta paga?

Come abbiamo visto sopra, tutte le casalinghe “a tempo pieno” che non possono contare su una busta paga, in quanto non in possesso di un contratto di lavoro, hanno comunque la possibilità di richiedere il prestito Compass tramite un garante. In questo paragrafo andremo, perciò, a scoprire qual è il ruolo del garante e quali sono i requisiti necessari per far sì che la casalinga senza busta paga riesca comunque ad ottenere un prestito Compass.

Il garante di un prestito Compass per casalinghe potrà essere un parente del richiedente (ad esempio marito, padre, madre, fratello o sorella) o anche un amico o conoscente. L’importante è che sia una persona munita di busta paga o pensione, che sia disposta a mettere una firma sulla richiesta di prestito da parte della casalinga. Questa firma attesta la responsabilità del garante sul prestito: nel caso in cui la casalinga non sarà più in grado di rimborsare le rate, Compass addebiterà le rate sul conto del garante. Quest’ultimo, per far sì che la finanziaria accetti la richiesta, dovrà ovviamente avere un’età compresa tra i 18 anni e i 70 anni.

Per richiedere un prestito per casalinghe alla Compass con il supporto di un garante, il nostro consiglio è quello di recarvi direttamente in filiale ed esporre la vostra situazione, in modo da avere ben chiara la documentazione da reperire e agevolare così le tempistiche per l’approvazione della richiesta di finanziamento.

Preventivo Prestito Compass Casalinghe 2022: calcolo rata e tassi

Quali sono i tassi in vigore (TAN e TAEG) per i prestiti personali Compass concessi alle casalinghe? Ci siamo occupati per voi di una rapida ricerca sul sito internet Compass.it (portale ufficiale della finanziaria) e nell’area “Prestiti” abbiamo selezionato la voce “Calcola la rata”, dove le casalinghe possono effettuare una rapida simulazione online e capire, in base ai tassi di interesse in vigore, l’importo del prestito personale e il numero di rate desiderate, qual è al momento attuale la soluzione più vantaggiosa.

Una casalinga che vuole avere un preventivo di prestito Compass online e immediato dovrà semplicemente selezionare un importo compreso fra 3000 euro e 30000 euro (misura minima e massima dei prestiti personali Compass) e poi, in base alle proprie possibilità economiche, selezionare una rata mensile approssimativa che si desidera pagare per il rimborso del prestito. Attenzione: ad un importo della rata inferiore corrisponde ovviamente un numero superiore di rate per il prestito, perciò ad una maggior durata del finanziamento, che di conseguenza implica interessi maggiori da pagare, perciò bisognerà cercare di bilanciare il proprio benessere economico mensile con il desiderio di rendere il prestito più vantaggioso possibile in termini di interessi da pagare alla Compass.

Partiamo dalla simulazione massima: un prestito per casalinghe Compass di 30000 euro, con causale “Spese familiari” e rata mensile d’esempio di 500 euro, con la quale otteniamo la proposta di finanziamento in 75/90 rate con TAN tra il 5,90% e 10,90% e TAEG tra il 6,53% e 11,90%.

Facendo una simulazione di prestito per casalinghe da 10000 euro con una rata mensile di 250 euro, il sito web di Compass ci propone un calcolo da 46/51 rate con TAN compreso tra 5,90% e 10,90% e TAEG compreso tra 7,26% e 12,65%.

Se invece facciamo una simulazione di calcolo della rata per un prestito da 5000 euro, con una rata mensile di 150 euro, il finanziamento proposto vede un numero di rate variabile da 38 a 41, con TAN compreso tra 5,90% e 10,90% e TAEG compreso tra 7,93% e 13,34%.

Infine, per un piccolo prestito di 3000 euro per casalinghe, per il quale scegliamo come esempio una rata mensile di 100 euro, si ottiene un numero minimo di rate uguale a 34 e massimo di 37, con TAN costante tra il 5,90% e 10,90% e TAEG tra il 9,31% e 14,71%.

Come vedete, in entrambe le simulazioni di prestito Compass per casalinghe, si tratta soltanto di una stima di calcolo della rata: per avere un preventivo dettagliato in base alla vostra situazione basterà proseguire con la richiesta e inoltrare a Compass tutta la documentazione necessaria. A questo punto, dopo che la finanziaria avrà valutato la richiesta, si otterrà finalmente un preventivo di prestito Compass per casalinghe dettagliato con TAN e TAEG effettivi. Tutto questo senza pagare nulla e senza prendersi alcun impegno riguardo la sottoscrizione del prestito.

Lascia un commento