Prestito per Casalinghe Agos 2022: come ottenerlo subito

Agos Ducato eroga prestiti personali per casalinghe in tempi rapidissimi. Il problema di essere senza busta paga a volte complica la vita specialmente quando si va a richiedere un prestito in qualsiasi finanziaria, ma siamo qui per dirvi la strada più semplice per risolverlo velocemente e senza affanni.

Requisiti e documenti necessari per ottenere un prestito per casalinghe con Agos Ducato

Una casalinga che desidera richiedere un prestito Agos Ducato, generalmente, non è in possesso di uno stipendio fisso su cui contare. In caso di lavoro con contratto a tempo indeterminato, infatti, non sussiste il problema di informarsi sulla richiesta di prestiti per casalinghe, in quanto la garanzia del datore di lavoro è sufficiente per ottenere facilmente qualsiasi prestito con Agos.

In Italia ci sono ancora molte donne che passano la loro vita appresso alle faccende domestiche e ai figli: lavoro che spesso è più duro di tanti posti fissi, ma non garantendo uno stipendio porta spesso banche e finanziarie a storcere il naso. Tuttavia, se la casalinga è in possesso di alcuni semplici requisiti, può ugualmente ottenere il credito necessario per sbrigare faccende domestiche, bollette, viaggi, auto, ristrutturazione della casa e quant’altro.

I documenti necessari che una casalinga dovrà presentare in fase di richiesta di prestito Agos sono:

  • Documento d’identità (carta, passaporto, patente, ecc.);
  • Codice fiscale o tessera sanitaria;
  • Busta paga.

Come già detto, spesso una casalinga non può contare su una busta paga: a quel punto, quest’ultimo requisito può essere sostituito dalla busta paga di un garante. Vedremo subito come.

Prestiti senza busta paga per casalinghe Agos con garante: come funzionano

Se il vostro caso è quello di una casalinga che richiede un prestito Agos Ducato senza busta paga, allora vi trovate nel posto giusto. Questa finanziaria è una tra le più accreditate nell’assistere il cliente anche in casi particolari come la richiesta di un finanziamento senza reddito. Tuttavia, dal momento che nel caso di prestiti personali è necessario che l’istituto stia tranquillo che il richiedente si occupi senza problemi di rimborsare le rate come da contratto, richiederà la presenza di un garante.

Il garante di un prestito Agos senza busta paga dovrà semplicemente mettere una firma e prendersi in carico l’eventuale morosità della casalinga, nel caso in cui durante il periodo di rimborso del prestito dovesse trovarsi nella situazione di non poter più pagare una o più rate. In quel caso, dunque, Agos si rivarrà sul garante.

Di conseguenza, il garante dovrà presentare ad Agos, prima della concessione del prestito, tutti i documenti necessari sopra descritti, ovvero un documento d’identità, codice fiscale e dimostrare di percepire un reddito.

Generalmente, nel caso di prestiti per casalinghe, la funzione del garante viene svolta dal marito della richiedente, dal fratello, dal papà, da qualsiasi altro parente o un amico fidato.

Calcolo rata prestito casalinghe Agos Ducato 2022: esempi di preventivo

Per vedere quanto vi costerà richiedere un prestito per casalinghe con Agos Ducato, abbiamo effettuato una simulazione di calcolo rata, con un esempio ufficiale di preventivo aggiornato.

Le ultime offerte Agos permettono di richiedere prestiti in 7 anni con le seguenti condizioni:

  • 30.000 euro in 84 rate da 456,46 euro (TAN 7,26%, TAEG 7,73%);
  • 20.000 euro in 84 rate da 304,30 euro (TAN 7,25%, TAEG 7,84%);
  • 10.000 euro in 84 rate da 147 euro (TAN 6,19%, TAEG 7,06%);
  • 5.000 euro in 84 rate da 72,68 euro (TAN 5,85%, TAEG 7,30%);
  • 2.000 euro in 84 rate da 32,18 euro (TAN 9,01%, TAEG 9,39%);
  • 1.000 euro in 84 rate da 16,09 euro (TAN 9,01%, TAEG 9,39%);
  • 500 euro in 84 rate da 8,04 euro (TAN 8,99%, TAEG 9,37%).

Questi erano solo degli esempi di preventivo per un prestito per casalinghe con rimborso in 7 anni. Sul sito ufficiale di Agos Ducato, tuttavia, si possono fare simulazioni con durata maggiore o inferiore, e per cifre differenti rispetto a quelle sopra citate, sempre comprese tra 500 euro e 30.000 euro.

Lascia un commento